Sistemi di schermature in radiologia

L’anima di ogni Schermatura è il Piombo, utilizzato allo stato puro, titolo 99.99%, in lastre calibrate, ricavate da pani di prima fusione, quindi esenti da impurità o corpi estranei, Conforme alle Norme UNI 3165 – UNI 6450.

La lamina di Piombo, previa preparazione con speciali collanti, viene interposta fra due strati di legno (truciolare per pannelli e schermi mobili o tamburrato di legno per le porte e le strutture autoportanti) di adeguato spessore per evitare deformazioni e/o slittamenti plastici dovuti alla duttilità e peso.

L’anima di ogni Schermatura è il Piombo, utilizzato allo stato puro, titolo 99.99%, in lastre calibrate, ricavate da pani di prima fusione, quindi esenti da impurità o corpi estranei, Conforme alle Norme UNI 3165 – UNI 6450.

La lamina di Piombo, previa preparazione con speciali collanti, viene interposta fra due strati di legno (truciolare per pannelli e schermi mobili o tamburrato di legno per le porte e le strutture autoportanti) di adeguato spessore per evitare deformazioni e/o slittamenti plastici dovuti alla duttilità e peso.

 

La composizione viene pressata olio-dinamicamente in modo uniforme e costante a circa 300 atmosfere in modo da ottenere un corpo unico legno-piombo.

Un’esclusiva serie di estrusi di alluminio vengono utilizzati sia per comporre la struttura di sostegno per l’ancoraggio dei pannelli alle pareti sia per dare un lavoro compiuto a regola d’arte. Per ciò che riguarda le strutture autoportanti utilizziamo profili e angolari posti a pavimento.

 

La composizione viene pressata olio-dinamicamente in modo uniforme e costante a circa 300 atmosfere in modo da ottenere un corpo unico legno-piombo.

Un’esclusiva serie di estrusi di alluminio vengono utilizzati sia per comporre la struttura di sostegno per l’ancoraggio dei pannelli alle pareti sia per dare un lavoro compiuto a regola d’arte. Per ciò che riguarda le strutture autoportanti utilizziamo profili e angolari posti a pavimento.